.
Annunci online

vocidipopolo
Un blog di nicchia


Diario


15 giugno 2008

NEGROMONTE: ITALIANI, SUL CALCIO SIETE ISTERICI



Gentili lettori, siamo lietissimi di presentarvi un altro grande colpo di vocidipopolo, il blog più letto da chi lo scrive. Questa che segue è la prima di una serie di interviste che faremo all'esimio professor Richard Negromonte, docente di analisi dei sistemi sociologici complessi al celeberrimo MIT, Massachussets Institute of Technology, Stati Uniti d'America, mica cazzi.
Come abbiamo fatto? Semplice, abbiamo scoperto che dal MIT si collegavano a questo blog e allora abbiamo cercato di sapere chi fosse colui che sprecava banda internet per collegarsi fino a qui. Chi poteva essere? Un inserviente? Un addetto alle pulizie? Uno studente pluriripetente? Chiunque fosse che cazzo ci faceva qui, quando avrebbe potuto, molto più utilmente, scaricare film porno e contemporaneamente chattare con qualche jessica o samantha?
Abbiamo perciò indagato ed ecco la sorpresona! Era nientemeno che lui, il mitico prof. E insomma, sapete come vanno certe cose no? Gli abbiamo fatto tanti complimenti e come va e come non va, ma che piacere ma guarda un po' ma chi l'avrebbe mai detto e magari facciamo qualche cosa assieme e magari perché no, ma prego dica, no ma dica lei e insomma ce ne siamo usciti con questa grandiosa idea.
Periodicamente faremo un'intervista al prof in cui lui ci spiegherà i cosiddetti macrofenomeni sociali, le grandi tendenze del vivere collettivo, viste da un'ottica globale e scientifica, permettendoci così di capire fino in fondo cause ed effetti dei grandi fenomeni del nostro tempo. Per questa prima intervista abbiamo scelto un argomento di facile comprensione e di grande attualità adesso. La passione che hanno gli italiani per il calcio, che però a volte, travalica i suoi naturali confini per diventare spesso fonte di conflitti e di psicosi collettive, come ad esempio la tendenza, a volte, a voler per forza individuare un complotto o una manovra ai nostri danni. Si tratta di ipotesi giustificate? Vediamo come la pensa il professor Negromonte. 

Professor Negromonte, siamo onorati di ospitarla nul nostro umile blog di cialtroni, lei, un nome così altisonante che accetta di rispondere alle nostre domande...
Prego, ma mi permetta di correggerla, non è vero che siete cialtroni. Ho fatto fare uno studio apposito sul vostro blog, dal quale risulta senza ombra di dubbio, che siete semplici imbecilli, come ce ne sono tanti, niente di particolare.

Perfetto, grazie. Cominciamo allora. Parliamo di calcio e di come questo viene vissuto nel nostro paese. Troppo spesso invece che di sport, si finisce sempre per parlare di complotti, congiure, piani oscuri contro di noi. Anche in questa ultima edizione degli europei di calcio, si è riproposto il problema dei cosiddetti arbitraggi negativi, chiamiamoli così, ai danni della nostra nazionale che rischia perciò di essere eliminata. Oramai si tratta di una costante troppo ricorrente per essere definita casuale. C'è sicuramente qualcosa dietro, non trova?
Trovo.

Ecco, ci dica allora, chi c'è dietro questi comportamenti, secondo lei?
Non c'è un'unica causa ma una molteplicità di queste il cui agire in concomitanza e parallelamente, e subendo un'intensificazione dall'evento in essere, crea effettivamente un'indubbio effetto altamente negativo per voi. Ecco, si potrebbe sintetizzare il tutto con una sola espressione, quantunque mi rendo conto, sia essa un po' volgare...

La dica, non si preoccupi, noi di solito siamo molto volgari...
Ecco, il fatto è che state sul cazzo a moltissima gente, una marea immensa.

Ah ecco, in effetti si tratta di una sensazione credo ampiamente diffusa anche se forse non così nettamente avvertita, a livello conscio. Da cosa dipende? Forse dal fatto che vinciamo troppo, che siamo troppo forti per chiunque ed ecco che allora gli avversari sono costretti a giocare sporco. a truccare le carte?
No, questa è una fantastica stupidaggine. Non siete affatto così forti, il Brasile, ad esempio, vi surclassa, così anche la Francia lo ha fatto. Siete stati eliminati in passato da squadre come la Svezia, la Repubblica Ceca, la Russia, la Corea del nord e per non farvi mancare niente, anche quella del sud, andiamo...altro che forti. No, non per questo che state sul cazzo all'umanità calcistica. il motivo principale è un altro.

Quale?
E' che fondamentalmente siete molto isterici, e abbastanza arroganti. Volete sempre avere ragione e nascondete vostre precise carenze dietro presunti complotti orditi ai vostri danni. E se qualcuno vi dice di piantarla, di provare a fare i seri, reagite come i bambini di due anni che si graffiano in faccia pur di non farsi cambiare il pannolino: fate delle scene allucinanti in campo e fuori, la state a menare per settimane, mesi, anni col risultato che ovviamente uno quando ve lo può mettere in quel posto, capirete, lo fa volentieri perché ci gode, è una soddisfazione troppo grande. Chi non vorrebbe zittire una volta per tutte il bambino isterico, magari con un bel cazzotto sui denti?

Non sono d'accordo e soprattutto non è affatto giusto!
Eh, caro mio, sapesse quante cose ingiuste ci sono a questo mondo...però accadono lo stesso e il vostro problema onestamente non mi sembra prioritario rispetto ad altre e più gravi ingiustizie, non trova?

Vabbè, torniamo a noi. Saremmo isterici, dice lei. Ci può fare qualche esempio concreto?
Ma certo, se ne posson fare a centinaia. Venite da un sistema che è totalmente isterico. Un campionato con ottomila partite, la maggiorparte solo stressanti e nervosissime, presidenti che spendono miliardi, che spesso non hanno, ma che solo per questo pretendono di vincere matematicamente campionato, coppe, tornei, e amichevoli. E se poi capita di perdere, chessò, con la Reggina, ecco le scene madri, le trasmissioni stile omicidio Kennedy che provocano e alimentano l'isteria. Sono isterici i giocatori, strapagati e spremuti come limoni, che entrano in area unicamente per tuffarsi e beccare il rigore. Sono isterici gli arbitri, insultati da chiunque: allenatori, giocatori, presidenti, tifosi. E poi, istericus in fundo, ecco i tifosi, i più isterici di tutto il mondo. E' chiaro che quando andate all'estero, la gente vi vede e dice: oddio sono arrivati gli italiani...

Si, però gli errori arbitrali ci sono, e probabilmente anche i complotti. Guardi cosa è successo in questo campionato europeo. Ad esempio, in Italia-Olanda Il gol di Van Nisterroy, quello con Panucci fuori del campo e considerato invece in gioco. Cosa credono, che siamo deficienti?
Stia calmo. Lei ha fatto un ottimo esempio. Regola effettivamente stupida, se non inutile, ma che però è stata messa apposta per voi.

Ah si? E per quale motivo, signor professore so-tutto-io?
Ma certo. A chi altri verosimilmente verrebbe in mente di poterne approfittare e mettersi fuori dal campo per far scattare il fuorigioco? Mi sa dire in quale campionato è effettivamente successa una cosa del genere?

E va bene, è successo durante una partita del campionato italiano. Ma in questo caso Panucci era a terra, con le mani in faccia...eccheccazzo, mi scusi, ma lei sta effettivamente esagerando, poi dice che uno s'incazza!
Certo, in questo caso il giocatore, mi rendo conto, era stato appena colpito da una granata anticarro, mi pare...

Professore lei sta facendo dello spirito di patate, lo sa? Che mi dice del gol annullato a Toni con la Romania? Era buono, buonissimo. O credete voi tutti che abbiamo il prosciutto sugli occhi?
Vede? è proprio questa la prova che siete isterici. Il gol era effettivamente buono, è stata una svista, e allora?

E allora, noi subiamo dei torti pazzeschi, caro il mio professorone americanone. E' evidente che diamo fastidio a qualcuno, qualcuno che sta molto in alto...
Si sbaglia, date fastidio a molti, moltissimi, che però stanno in basso, cioè tutti. Un elemento fondamentale dell'isteria è la massimizzazione delle avversità unitamente alla paranoia da mancata solidarietà. Ha visto il "mani" di quel difensore dell'Olanda sul tiro di un francese? Era rigore, ma non è stato concesso, ed è finita lì. Guardi il rigore che vi hanno fischiato contro, nella partita con la Romania. Tipico esempio di isteria in area. Ogni volta che in Italia si sta per battere un calcio d'angolo o una punizione, in area ci sono le risse collettive. Difensori che afferrano testicoli altrui, dita negli occhi, tirate di capelli, gomitate nelle orecchie, piedi nel culo, calci da tutte le parti, gente che s'ammucchia stile wrestling. Mancano solo i salami che spuntano da terra e siamo in un fumetto di Jacovitti. Ma che, si gioca così a pallone? E' normale che un arbitro norvegese, abituato al calcio normale, corretto e sportivo, vi fischi il rigore contro.

Ecco, siamo arrivati al nocciolo del problema: gli arbitri sono impreparati! Sono una massa di incompetenti! Delle mezze calzette che invece di lavorare fanno giardinaggio, magari sono pure froci, e rompono i coglioni a noi che siamo una grande nazionale. Perché, caro professore, che le piaccia o no, noi siamo una grande nazionale di un grande paese che gioca un grandissimo calcio. E' chiaro?
Vede? Anche lei, di soito così ragionevole, con il calcio diventa isterico. No, il problema siete voi, dovreste rilassarvi un po'...ma mi rendo conto che è impossibile. Troppa gente in Italia è indebitata col calcio, e rischia di fallire. Allo stesso modo, una massa enorme di persone trascorre la settimana unicamente a straparlare sul rigore che non c'era, sulla punizione che c'era, sul fallo che andava ripetuto, sulla scivolata che non si scivola così e questo così e quello così. Ecco che allora parlare di complotti aiuta a distogliere l'attenzione. Adesso per esempio, leggendo i giornali italiani, tutta l'attenzione è puntata non sul fatto se riuscirete o no a battere la Francia, cosa di cui dubito visto come state fisicamente alla frutta, ma sull'accordo tra Olanda e Romania per farvi fuori lo stesso. Come lo chiamate? "Biscotto". Siete effettivamente ridicoli. Lo vedete o no che siete isterici?

Si però quattro anni fa, cazzo, porca della miseria Svezia e Danimarca avrebbero dovuto pareggiare per farci fuori e guarda un po' com'è finita? 2-2! Chi è lo stronzo, eh? Chi è che piscia fuori dal vaso,eh? Allora?
Infatti.
 
Infatti cosa? Che cazzo vuol dire? E la smetta con quel sorrisetto del cazzo sennò glieli tiro due cartoni in faccia, caro professore americano mangiapatatine fritte!
Non si alteri! Abbia pazienza. Se lei ha un vicino che ogni volta che l'incontra sul pianerottolo si mette a urlare che lei è un disonesto, un vigliacco, un ladro, ecc ecc lei cosa fa? Sopporta sopporta, poi ad un certo momento si mette d'accordo con l'altro vicino che pure non tollera questo atteggiamento e gli fa trovare le porte aperte dell'ascensore senza che ci sia l'ascensore. Cosicché quando lo vede tutto ingessato pensa: "be' se l'è cercata. ha detto che sono un disonesto complottista? E c'ha ragione!".

Ah si? Be' non siamo stati noi a cominciare, caro Negromonte che scende dalla montagna con la luna piena. Se lo ricorda l'arbitro Moreno ai mondiali del 2002? Guarda un po' chi si qualificò all'epoca? Il paese ospitante, la Corea del Sud. Cosa mi dice al riguardo eh? La storia di quella partita è ancora tutta da scrivere, caro il mio cervellone tutto numeri e calcoli!
Bah, se la memoria non mi inganna, voi subiste prima un gol di testa da un nanetto alto un metro e una pippa marcato da Maldini, che per coerenza, bisogna riconoscerglielo, subito dopo disse; abbandono la nazionale. E poi passaste il resto del tempo a mangiarvi il gol del pareggio e a insultare l'arbitro. Poi, il solito tuffo di un vostro giocatore in area, con l'arbitro che non gli pare vero di avere finalmente l'occasione di mettervelo in quel posto. E poi vi lamentate? Guardi, nelle meccaniche sociali complesse, una massa rimprovera agli altri sostanzialmente quello che essa farebbe se fosse al posto dell'altro. Voi gridate al complotto perché essenzialmente complottate. Del resto il caso Moggi, insegna.

Ah davvero? Be' sa cosa le dico? Il caso Moggi insegna che noi sappiamo anche fare pulizia al nostro interno. Lo abbiamo beccato e l'abbiamo punito severamente! Che c'è? Cosa cazzo c'ha da ridere?
Mi scusi, ma a volte lei è davvero comico. A parte il fatto che Moggi è attualmente un personaggio fortemente riverito e omaggiato e che presto tornerà con la patente del martire, quel che è peggio è che Moggi è soltanto uno beccato con le mani in un tipo di marmellata. Non solo non si è scoperto quante altre marmellate c'erano, ma neanche il burro, i cornetti, il succo di frutta e meno che mai le persone che stavano a fare colazione. Ma andiamo, cercate, appunto, di essere seri. ve la prendete con Moggi, quando il presidente del consiglio è presidente di una squadra di calcio, il suo vice è stato capo della Lega calcio, e adesso avete messo a capo di tutto il sistema un nome nuovissimo come Matarrese. Dico: Ma-tar-re-se! A proposito, senta come sillabo bene in Italiano... 

Professore, ma lo sa che lei mi sta fortemente sul cazzo?
Immagino. Tipica reazione di chi non riesce a capire come va il mondo e non riesce ad adeguarsi. Certo per farlo bisognerebbe avere la capacità di comprenderlo, il mondo.

Professore, sa che cosa le dico? Che la sua prosonomea può infilarsela indovini dove?
Si dice prosopopea. E, certo, immagino dove vorrebbe che la mettessi. ma è un altro segnale inequivocabile della sua e vostra isteria calcistica.

Senti bello! Mo' m'hai rotto gli zebedei. Ora la verità te la dico io. Noi siamo forti, spacchiamo il culo a tutti ed è per questo che stiamo sul cazzo al mondo intero. Siete tutti degli stronzi, ma noi vi rompiamo il culo. A giocare a calcio noi impariamo a tutti, abbiamo il campionato più bello del mondo, che tutti ci invidiano, che vogliono venire tutti a giocare in italia perché da noi si fa sul serio, mica come quei campionati di froci che stanno all'estero! Per giocare da noi ci vogliono i coglioni! Hai capito?
La ringrazio moltissimo per aver confermato la mia teoria. Mi è stato di grande aiuto
Alla prossima, arrivederci!

Arrivederci, arrivederci, ma vafafnculo va,'mbecille...ma l'hai sentito a questo?
In effetti è stato un po' pesante...

Ma non gli dar retta che non capisce veramente un cazzo. Del resto è americano, se adesso sul calcio ci mettiamo a sentire gli americani stiamo davvero alla frutta... accendi la tv che stanno le partite. Gioca Cassano?
Pare di no.

Figuriamoci. del resto che ti vuoi aspettare da uno come Donadoni. Ma chi cazzo è Donadoni? Ma chi vogliono prendere in giro? Come se la gente non sapesse che sta lì in base ad un preciso disegno di qualcuno...è pagato per perdere, perché si sa a chi fa comodo...brutti bastardi...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calcio europei isteria negromonte

permalink | inviato da vocidipopolo il 15/6/2008 alle 17:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio        luglio
 
 




blog letto 1091382 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Dillo in sintesi
Il popolo deve sapere
Ultim'ora
Guest Star
Recensioni
Songs for the masses
Dieci motivi
Bassa Società

VAI A VEDERE

Artefatti
Bengodi City
Ben Foggia Nius
Chiare Lettere
Daniele luttazzi
Difesa dell'informazione
Fratelli d'Italia
Ghostwritersondemand
Giornalettismo
Il Barbiere della Sera
Il Blog di Gago
Il (magico) mondo di Galatea
Le Rane nel blog
Luca Bottura
Malvino
MInimo Karma
Personalità confusa
Raccapriccio della stampa
Roberto Corradi
Sabelli Fioretti
Selvaggia Lucarelli
Spinoza
Pulsatilla
Travaglio, Gomez, Corrias al loro meglio
Rossa naturale
Vinicio Capossela


Voci di popolo



Il problema non è se siano vere o false. 
Il problema è che siano verosimili.

Contatti:
zannieroCHIOCCIOLAkatamailPUNTOcom

DELIRI PIU' O MENO ORGANIZZATI
Berlusconi in concerto
La legge del Cav/ 2
La legge del Cav


SPOT, SONDAGGI E CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE
Summer card Saccà
Schifangel
Giustizia: la campagna del governo
Sondaggio: La grazia ad Annamaria Franzoni
Test: quanto sei "piddino"?
Volevo lavorare a Libero


LE VOCI DI POPOLO:
I Love my roman radio
Lettera a Schifani
Benvenuto a Roma, caro Bush
Rifiuti tossici ma convenienti
Ronde notturne
All'armi siam leghisti
Un'altra sinistra (anche riformista) è possibile
Incubo Calderoli
Privacy
Come si scrive un pezzo cazzuto di cronaca
Discorsi da spiaggia
Taci, il maresciallo ti ascolta
Afghanistan
Tema di attualità
Quel politico in barca coi trans
Sogni
Geni televisivi
Casa Democratica
Casa Democratica/2
Voglio gli agenti della Cia sotto processo
Chi viene alla manifestazione di Vicenza?
Tutto il massacralcio minuto per minuto
Bastismi
Cocaina
Se(r)vizio pubblico
Erba
Napoli
Ecco il nuovo Windows Vista
Un travestito in Finanziaria
Rula, tocca a te!
Una profezia (l'insostenibile instabilità della sinistra).
Idee chiare sul Partito Democratico
Importante scoperta scientifica
L'appiccico delle lavandare
Telefonia moderna
Telefonia moderna/ 2
Dio c'è
Ratzinger chiede modifiche
Jerry
Sesso con Sottile
La morte di Al Zarqawi
Schiena dritta
Prossimamente al cinema
L'aereo di Ustica va al museo
In difesa del calcio/ 1
In difesa del calcio/ 2
In difesa del calcio/3
Italian secret service
Italian secret service/ 2
Materazzi e Zidane/ 1
Materazzi e Zidane/ 2
Pranzo al G8
La Grande coalizione
Il Nuovo Oriente
La conferenza sul Libano
Indignazioni popolari
La tragedia del lifting
Eleonora Figacchione ci fa causa
Eleonora Figacchione: intervista riparatrice
Appuntamenti
Autocode per l'Italia

INTERVISTE
Il Prof Negromonte e il calcio italiano
Francesco Rutelli
Gianni Alemanno

GUEST STAR
Scrivono orgogliosamente per noi
Antonio Polito
Ferdinando Adornato
Claudio Petruccioli
Piero Sansonetti
Vittorio Feltri
Carlo Lucarelli
Giorgio Bocca
Beppe Grillo
Marco Travaglio
Mario Adinolfi
Maurizio Costanzo
Maria Laura Rodotà
Paolo Mereghetti

RECENSIONI
Patologie genetiche e croniche
Libri
Libri/ 2
Libri/ 3
Libri/ 4: Noir
Libri/ 5 Management
Libri/ 6 Thriller storici
Libri/ 7 Saggistica di attualità
Correnti di pensiero politico
Sistemi elettorali
Viaggi di tendenza
Dischi
Dischi/2 Antologie
Motociciclette
Vini
Moda
Ristoranti
Stasera in tv/ 1
Stasera in tv/ 2
Stasera in tv/ 3

CANZONI INTONATE
La società della Mediaset
Il Riformista
Ritornerai
Sanremo 2008: i testi/ 4
Sanremo 2008: i testi/ 3
Sanremo 2008: i testi/ 2
Sanremo 2008: i testi
Loredana Lecciso: Dammelos
Dammelos. I testi/1
Dammelos. I testi/ 2
Sanremo: i testi/3
Sanremo i testi/ 2
Sanremo i testi/ 1

SEX IN THE CITY
Gang bang
La caccia
Master and servant
La piscina birichina
L'orgia elettorale

ANNUNCI GOOGLE
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque


CERCA